“Non è la specie più forte che sopravvive
né la più intelligente,
ma quella che meglio sa adattarsi
ai cambiamenti”

(Charles Darwin)

Metafora dell’esistenza, l’opera porta in scena l’inarrestabilità della vita, la necessità di cambiare e di evolversi per continuare ad esistere, anche in condizioni in cui ciò pare impossibile.
Un messaggio di speranza (o una minaccia) in un momento storico molto controverso come questo.