"Tempus edax rerum"
(Orazio)

Impossibile freeze-frame, immagine congelata nel corpo della visione, impressa nella sua impermanenza fluida.
L’occhio è uno specchio di ghiaccio che non trattiene memoria di ciò che è guardato.
“Esse est percipi” nell’evanescenza delle percezioni liquide senza  alcun centro focale del fluido immemoriale.
Indecisa tra sogni e visioni, nelle intermittenze delle passioni ritmate dal metronomo di un battito di palpebre, l’immagine liquefatta in lacrime disciolte nell’anima del Mondo.
                                                                                                                              Vittorio Raschetti

(tratto dalla presentazione dell'opera)

Bozzetti di studio

Tecnica mista su carta

cm 50x70